Antiquariato a Velletri | Vendita antiquariato, valutazioni e stime

Velletri è un comune italiano della città metropolitana di Roma Capitale, nel Lazio ed è ubicato nell’area dei Castelli Romani.
Noi di Antiquariato Europeo compriamo, vendiamo e valutiamo l’antiquariato e l’arredo antico di Velletri. Maggiori informazioni alla fine dell’articolo.

Origine del nome

Riguardo l’etimologia di “Velletri” vi sono diverse ipotesi a riguardo:

  • Secondo una prima ipotesi, i sostenitori dell’origine italica sostengono che il nome derivi dal volsco “velia“. Da questo nome, quindi, si giunge a Velestrom, luogo paludoso, usato probabilmente dai Volsci per chiamare la città di Velletri;
  • Secondo una seconda ipotesi, i sostenitori dell’origine etrusca affermano che la sillaba Vel- (luogo) corrisponda alla prima sillaba di altri nomi di città di area etrusca, quali Volterra, Vulci, Volturno ecc.

Nel Medioevo si sono susseguite almeno sei varianti del nome della città di Velletri: Velletrum, Veletrum, Veletra, Velitrum, Bellitro, Villitria.
Verso la fine del XVIII sec si aggiunsero altri toponimi, quali Blitri e Belitri.

La storia di Velletri

La storia di Velletri risale al periodo dei Volsci, subendo l’influenza degli Etruschi, testimoniate dalle terrecotte e da iscrizioni lasciate sul territorio. Successivamente alla battaglia contro Roma, è stata sottomessa nel 338 a.C. da Furio Camillo. Con la perdita della libertà politica, l’allora Velitrae iniziò a decadere, era priva di mura e isolata dalle grandi vie di comunicazione.
Velitrae ha vissuto un periodo di pax romana fino al 410, anno in cui vi è stata l’invasione da parte dei Goti di Alarico.
Nel secoli è stata dimora di aristocratici ed imperatori, diventando la città natale della Gens Octavia, da cui discende Ottaviano Augusto.

La repubblica e l’indipendenza

Verso la fine del XI sec. Papa Oddone di Lagery è stato nominato vescovo di Velletri, promuovendo la Prima Crociata. Successivamente, durante il XIII sec la città fu amministrata sotto forma di Repubblica.
È grazie a Papa Bonifacio VII, nel 1298, che la città di Velletri è diventata indipendente, liberando la città da ogni soggezione alla Provincia Pontificia di Campagna e Marittima.

Il rinascimento

Nel 1514, in seguito alla visita di Raffaello a Velletri, dipinse la Madonna della seggiola. Negli anni successivi la città è stata saccheggiata dai Lanzichenecchi (1527) e da lì terminò l’indipendenza della città di Velletri. Infatti, successivamente a questo episodio, la città è stata affidata a Giovanni Pietro Carafa prima e a Papa Paolo Iv dopo.

Dal 1800 ai giorni nostri

Nel 1849 a Velletri vi è stata la storica battaglia tra le truppe della Repubblica Romana, comandata da Garibaldi e Ferdinando II di Borbone, con la vittoria del generale, patriota e condottiero italiano.
Successivamente Garibaldi chiese la cittadinanza nella città di Velletri, nella quale il figlio ricoprì cariche amministrative.
Nel 1866 Pio IX inaugura la ferrovia Roma-Velletri, diventando la terza linea ferroviaria dello Stato Pontificio. Ciò ha contribuito in modo significativo allo sviluppo della città, anche successivamente all’annessione al Regno d’Italia nel 1870 e l’accorpamento alla provincia di Roma.

Nel periodo antecedente la prima Guerra Mondiale nascono il primo istituto bancario, la Cassa di Risparmio di Velletri. le Tramvie dei Castelli Romani.
La seconda Guerra Mondiale ha portato alla distruzione quasi totale della città, in seguito ad un bombardamento.
La rinascita di Velletri è stata molto rapida sia grazie alla concessione di indipendenza sia a livello amministrativo che religioso, che alla nascita di scuole superiori, centri culturali, Reggimento degli allievi marescialli e alla nuova sede del Tribunale.

Il 14 Giugno 2001 è stata presentata una proposta di legge sull’istituzione di una provincia dei Castelli Romani, con capoluogo Velletri.
Nel 2005 è salito al soglio pontificio un Vescovo della diocesi di Velletri, il Cardinale Joseph Ratzinger, conosciuto da tutti come Papa Benedetto XVI.

Monumenti e luoghi d’interesse a Velletri

Antiquariato a Velletri - Compro vendo arredo antico
Cattedrale di San Clemente – Velletri

La Cattedrale di San Clemente è stata la sede del cardinale decano del sacro collegio fino al 1914. L’aspetto è molto diverso da quello originale a causa della lunga vita della chiesa. Nel XIII secolo ha subito una profonda ristrutturazione, con la costruzione dell’abside poligonale esterno e della cappella sotterranea, dove possiamo trovare le reliquie di Sant’Eleuterio e San Ponziano.
È una basilica con abside e tre navate sostenute da pilastri in muratura. Nel presbiterio rialzato vi è l’altare maggiore, coperto da un ciborio sorretto da quattro colonne di granito orientale con capitelli in bronzo.
Sul baldacchino vi è il reliquario cosmatesco del XIV sec a forma di tempio rettangolare.

Velletri - Compro vendo antiquariato
Palazzo Comunale – Velletri

Porta Napoletana - Velletri
Porta Napoletana – Velletri

Antiquariato a Velletri : dove comprare e vendere arredo antico

La città di Velletri offre una varietà di stili artistici non indifferenti, dovuti soprattutto alla sua storia, risalente al periodo etrusco. Per tale motivo non è difficile trovare nelle case dei cittadini un oggetto rappresentante la storia e l’antiquariato di Velletri.
Ricordati di rivolgerti sempre a dei negozi di antiquariato se vuoi acquistare degli articoli autentici o vendere il tuo arredo d’antiquariato risalente alla storia di Velletri. In questo modo gli articoli saranno tra le mani di chi ama l’arte e ne preserverà il valore.

Cosa fare in questi casi? Affidati a degli esperti

Molti optano per la vendita online o vendono tramite i mercatini dell’usato e le case d’asta senza avere un’idea concreta del valore dei propri articoli. Spesso le stime dei mercatini dell’usato non tengono conto del valore reale degli oggetti antichi. 
I mercatini dell’usato e le case d’asta operano, tra l’altro, solo in conto vendita e quindi non acquistano e pagano subito gli arredi di antiquariato in contanti così come fanno gli antiquari. 

Noi ti consigliamo di rivolgerti agli esperti di Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano per ottenere una valutazione professionale del tuo arredo e per avere un pagamento immediato in contanti. Disponiamo di una galleria di oltre 1000 metri quadri (visitabile su appuntamento), all’interno della quale potrai trovare articoli d’antiquariato di Velletri e non solo.

Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano - Compro vendo antiquariato
Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano – Galleria di oltre 1000mq

Visita la nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato sui nuovi arrivi.

Non esitare a contattarci per una valutazione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO

Antiquariato Europeo nasce nel 1964, quando Umberto Scribano prese la decisione di lasciare il corpo di polizia, dove servì per ventitré anni, per dedicarsi alla sua più grande passione, l’antiquariato. Viene quindi inaugurata la grande galleria espositiva di mille metri quadrati, in via Gregorio VII 272, nel cuore di Roma, a pochi passi da Città del Vaticano.

SOCIAL
CONTATTACI

Via Gregorio VII 272
(Scendere la rampa)
00165
Roma (RM)
Italia

Nuova sede aziendale
Viale Bruno Buozzi, 47
00197 - Roma (RM)
Ufficio aziendale
Solo su appuntamento

Codice Fiscale SCRGLC71T18H501C
Partita Iva 13314331003
REA 144630

Privacy Policy

Cookie Policy

Torna su