Antiquariato a Isernia: una città tutta da scoprire

Isernia è un comune italiano, capoluogo dell’omonima provincia in Molise. Le sue origini documentate sono molto antiche, risalenti al 263 a.C. quando Roma fondò una colonia a Isernia, dopo la vittoria sui Sanniti.
Noi di Antiquariato Europeo acquistiamo, vendiamo e valutiamo l’antiquariato di Isernia e non solo. Troverai maggiori informazioni alla fine dell’articolo.

Origine del nome

Riguardo l’origine del toponimo della città Molisana sono presenti diverse teorie:

  • Secondo una prima teoria, il nome proviene dalla radice indoeuropea ausa (acqua). L’antico centro abitato di Isernia era circondato da tre fiumi, motivo per cui questa è la teoria più plausibile. Questa radice ha dato origine al nome di diverse città italiane e in tutta Europa;
  • Una seconda teoria, invece, prevede che il nome derivi dalla radice sannitica aiser (Dio). Ciò contribuirebbe a dare un’aura sacrale al nome della città;
  • Una terza teoria, infine, analizza il nome latino di Isernia, Aesernia. In questo nome è molto marcata l’assonanza con Esere, invocazione ad Ercole. Per tale motivo l’origine potrebbe indicare la città di Isernia come una dedica ad Ercole.

Isernia: una città tra storia e cultura

La storia

Isernia è tra le città più antiche d’Italia e del Mondo, per via della sua storia risalente a più di 700.000 anni fa. Nella località La Pineta dimorava l’Homo Aeserniensis, progenitore dell’Homo Erectus.
La città di Isernia è stata segnata dalla civiltà dei Sanniti, popolo che si è opposto a lungo alla conquista romana. Opposizione che terminò quando i Romani concessero la cittadinanza ai Sanniti.

Isernia ha ripreso il suo vigore nel periodo Longobardo. Difatti, in quel periodo, la città ha acquistato importanza e prestigio, grazie anche al contributo apportato dai monaci benedettini. Vigore, importanza e prestigio che subirono un periodo di decrescita durante il dominio normanno. Nel 1199 la città è stata saccheggiata da Marcovaldo di Annweiler.
Ed è grazie a Federico II, nel XIII secolo, che la città rinacque.

Nel 1519 la città di Isernia è stata annessa al Regno di Napoli, per opera di Carlo V. Isernia è stata al centro di passaggi di proprietà tra un feudatario ed un altro per diventare, alla fine dell’illuminismo, la città più popolosa del Contado di Molise, superando i 5.000 abitanti.
Nel 1799 gli abitanti di Isernia si sono opposti alle armate francesi, intenzionate a conquistare il Regno di Napoli.

Nel corso dei secoli, calamità naturali e guerre hanno più volte sconvolto la città. Nei primi dell’800 un violento terremoto colpì la città di Isernia, causando morte e ingenti danni. La catastrofe più importante, senza dubbio, è quella relativa ai bombardamenti anglo-americani del 1943, quando la linea del fronte passò per i suoi monti.

La città ha affrontato una grande ricrescita dal secondo dopoguerra, riuscendo a riconquistare il ruolo che la storia le aveva assegnato. Il 3 Marzo 1970 Isernia è diventata capoluogo di provincia.

Influenze artistiche e tour della città

La città di Isernia è caratterizzata da una struttura di impianto medievale. La sua parte più antica, il nucleo, è composta da strade strette e tortuose, rappresentando a pieno il disordine tipico delle città medievali. Per tali motivi a Isernia è possibile trovare diversi articoli d’antiquariato risalenti alla sua storia.
I quartieri più recenti si sviluppano in modo regolare e con spazi abbastanza ampi, rientrando nei canoni della città moderna.

Tra i monumenti più importanti della città di Isernia vi è sicuramente la Fontana Fraterna.

Fontana Fraterna - Isernia - Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano
Fontana Fraterna – Isernia

Eretta in nome di Papa Celestino V, prende il nome dalla Frataria, un’istituzione benefica voluta dal pontefice.

Altro monumento da non perdere se andate a visitare Isernia è il Duomo.

Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano - Compro e vendo antiquariato a Isernia
Cattedrale di San Pietro Apostolo – Duomo di Isernia

La Cattedrale di San Pietro Apostolo è formata da tre navate con una cupola ed una facciata in stile Neoclassico. Sono molto interessanti la cripta, i resti di un battistero del V secolo e la pavimentazione in lastroni in pietra, tipica del tempio latino.

Antiquariato a Isernia : dove comprare e vendere arredo antico

La città di Isernia offre una varietà di stili artistici non indifferenti, dovuti soprattutto alla sua storia, risalente al periodo romano. Per tale motivo non è difficile trovare nelle case dei cittadini un oggetto rappresentante la storia e l’antiquariato di Isernia.
Ricordati di rivolgerti sempre a dei negozi di antiquariato se vuoi acquistare degli articoli autentici o vendere il tuo arredo d’antiquariato risalente alla storia di Isernia. In questo modo gli articoli saranno tra le mani di chi ama l’arte e ne preserverà il valore.

Cosa fare in questi casi? Affidati a degli esperti

Molti optano per la vendita online o vendono tramite i mercatini dell’usato e le case d’asta senza avere un’idea concreta del valore dei propri articoli.
Spesso le stime dei mercatini dell’usato non tengono conto del valore reale degli oggetti antichi. I mercatini dell’usato e le case d’asta operano, tra l’altro, solo in conto vendita e quindi non acquistano e pagano subito gli arredi di antiquariato in contanti così come fanno gli antiquari. 

Noi ti consigliamo di rivolgerti agli esperti di Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano per ottenere una valutazione professionale del tuo arredo e per avere un pagamento immediato in contanti. 
Disponiamo di una galleria di oltre 1000 metri quadri (visitabile su appuntamento), all’interno della quale potrai trovare articoli d’antiquariato di Isernia e non solo.

Visita la nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato sui nuovi arrivi.

Non esitare a contattarci per una valutazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO

Antiquariato Europeo nasce nel 1964, quando Umberto Scribano prese la decisione di lasciare il corpo di polizia, dove servì per ventitré anni, per dedicarsi alla sua più grande passione, l’antiquariato. Viene quindi inaugurata la grande galleria espositiva di mille metri quadrati, in via Gregorio VII 272, nel cuore di Roma, a pochi passi da Città del Vaticano.

SOCIAL
CONTATTACI

Via Gregorio VII 272
(Scendere la rampa)
00165
Roma (RM)
Italia

Nuova sede aziendale
Viale Bruno Buozzi, 47
00197 - Roma (RM)
Ufficio aziendale
Solo su appuntamento

Codice Fiscale SCRGLC71T18H501C
Partita Iva 13314331003
REA 144630

Privacy Policy

Cookie Policy

Pin It on Pinterest

Torna su