Garbatella: la storia e l’antiquariato del quartiere Romano

La Garbatella è uno dei quartieri più caratteristici della città di Roma, soprattutto per essere una sorta di “quartiere-paese” diverso dai rioni centrali e da altre zone fulcro di turismo.
La bellezza di questo quartiere è accompagnata da uno stile architettonico caratterizzante, il Barocchetto Romano, rendendo la Garbatella una fonte di ispirazione per architetti ed urbanisti di tutto il mondo.

L’origine del nome

Vi sono 3 ipotesi su cui si fonderebbe il nome Garbatella:

  • La prima fa riferimento all’appellativo dato alla proprietaria di un’osteria che era solita ospitare i pellegrini che percorrevano Via delle Sette Chiese, per giungere alla Basilica di San Sebastiano. Questa ostessa di nome Carlotta (o Maria, secondo altri) era molto accogliente e disponibile verso i soggiornanti, da esser chiamata “Garbata Ostella”. Da lì avvenne, quindi, la trasformazione in Garbatella.
  • Una seconda ipotesi fa riferimento, invece, al paesaggio e all’armonia che era in grado di trasmettere quel posto.
  • Una terza ed ultima ipotesi fa riferimento al tipo di coltivazione della vite, detto “a garbata” o “a barbata”, nella quale le viti vengono poggiate a degli alberi.

I primi del ‘900 e la nascita della Garbatella

La nascita del quartiere risale al 18 Febbraio del 1920, quando il Re Vittorio Emanuele III posava la prima pietra della borgata Concordia, a piazza Benedetto Brin.
Il quartiere cambiò nome diverse volte, dapprima cambiato in Remuria (in onore di Romolo) fino al nome che oggi conosciamo tutti: la Garbatella (1930).
Il territorio su cui sorge il quartiere della Garbatella

Negli anni successivi il nuovo quartiere ha accolto numerose famiglie sfollate a seguito dell’abbattimento della Spina di Borgo per la realizzazione di Via della Conciliazione. Sono state abbattute anche delle abitazioni per la realizzazione di Via dei Fori Imperiali.
Ciò ha dato notorietà al quartiere per ospitare persone e famiglie di antica romanità.

La Garbatella è suddivisa in 62 lotti, ciascuno dei quali occupato da costruzioni che in passato erano punto di ritrovo per la popolazione, con botteghe, cantine, sedie e muretti.

La Garbatella e le influenze artistiche

L’architettura della Garbatella si ispirò inizialmente alle città giardino inglesi (Garden city movement) , collegate e vicine alla città, prevalentemente abitate da operai. Vi erano inoltre degli spazi verdi dove i lavoratori potevano coltivare il loro orto.

Lo stile utilizzato nel modello delle città giardino è quello del barocchetto romano“, con forme sinuose che danno vita ad edifici neomedievali. Il barocchetto è un insieme di generi e stili che vanno dal Barocco al Medievale, dal Neoclassicismo al Rinascimento. Questo stile è stato denominato dai suoi creatori Innocenzo Sabbatini e Gustavo Giovannoni, Costantino Costantini, Mario De Renzi, Massimo Piacentini e Nori.
L’area è caratterizzata da cancellate, finestre, caditoie e fregi in rilievo, che spesso rappresentano delle specie animali.

Dopo la prima fase, quella Giolittiana, la Garbatella si trovò, insieme a tutta l’Italia, nelle mani del Fascismo. Da lì la città venne trasformata con la costruzione di grandi palazzi dove poter accogliere gli sfollati dalle baracche e gli abitanti dei quartieri centrali che Mussolini stava riqualificando.

I palazzi fascisti, “gli Alberghi” non erano solo case per sfrattati dal centro storico ma anche un’isola di resistenza e di antifascismo nel cuore della Garbatella.
Sarà proprio da questi eventi che nel quartiere prende vita l’anima profondamente antifascista, contando il numero più consistente degli iscritti al PCI dell’intera città di Roma negli anni ’70.

Ancora oggi, ammirandola dall’alto, appare come un’isola di verde e di tetti rossi.
A prima vista la Garbatella ricorda un piccolo borgo medievale.


Un tour a Garbatella

Compro e vendo antiquariato a Garbatella
Cinema teatro Palladium

Il cinema teatro Palladium (ex Garbatella) è ispirato all’architettura dell’antica Roma. Si presenta come un Pantheon in miniatura. Oggigiorno si svolgono spettacoli di vario genere mentre in passato opere liriche e spettacoli di prosa

Compro e vendo antiquariato a Garbatella
Via delle sette chiese, Roma

Via delle Sette Chiese è una strada con facciate possenti, ricordando i bastioni di una città medievale e lo stile dell’architettura settecentesca. Diversi anni fa era possibile ammirare questa grande strada direttamente dalle sponde del Tevere.

Compro e vendo antiquariato a Garbatella
Via Fincati, Roma

Via Fiancati, nel cuore della Garbatella, si mostra con i suoi edifici di stampo medievale. E’ uno dei luoghi più conosciuto e fotografato della Garbatella.

Compro e vendo antiquariato a Garbatella
Bagni pubblici, Garbatella

Un tempo utilizzati dagli abitanti in mancanza di vasche da bagno o docce nelle loro case. Adesso l’edificio ha perso la sua funzione ma resta sempre un edificio di una particolare bellezza, sia esternamente che internamente.

Antiquariato a Garbatella: dove vendere e comprare arredo antico

Avendo festeggiato da poco i suoi 100 anni di storia, la Garbatella è uno dei quartieri più
antichi e caratteristici della capitale.
Non è raro trovare dei mobili o oggetti di antiquariato nelle case di un quartiere nato agli inizi
del ‘900.

Cosa fare in questi casi?

Molti optano per la vendita online o vendono tramite i mercatini dell’usato senza avere
un’idea concreta del valore dei propri articoli. Spesso le stime dei mercatini dell’usato non
tengono conto del valore reale degli oggetti antichi.
I mercatini dell’usato opera, tra l’altro, solo in conto vendita e quindi non acquista e paga subito gli arredi di antiquariato in contanti cosi come fanno gli antiquari.

Noi ti consigliamo di rivolgerti agli esperti di Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano per
ottenere una valutazione professionale del tuo arredo e per avere un pagamento immediato in contanti. Disponiamo di una galleria di oltre 1000 metri quadri (visitabile su appuntamento), all’interno della quale potrai trovare articoli d’antiquariato della Garbatella e non solo.

Non esitare a contattarci per una valutazione.
Visita la nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato sui nuovi arrivi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO

Antiquariato Europeo nasce nel 1964, quando Umberto Scribano prese la decisione di lasciare il corpo di polizia, dove servì per ventitré anni, per dedicarsi alla sua più grande passione, l’antiquariato. Viene quindi inaugurata la grande galleria espositiva di mille metri quadrati, in via Gregorio VII 272, nel cuore di Roma, a pochi passi da Città del Vaticano.

SOCIAL
CONTATTACI

Via Gregorio VII 272
(Scendere la rampa)
00165
Roma (RM)
Italia

Nuova sede aziendale
Viale Bruno Buozzi, 47
00197 - Roma (RM)
Ufficio aziendale
Solo su appuntamento

Codice Fiscale SCRGLC71T18H501C
Partita Iva 13314331003
REA 144630

Privacy Policy

Cookie Policy

Torna su