Antiquariato a Parma: vendita, valutazioni e stime del tuo arredo antico

Parma è un comune italiano capoluogo dell’omonima provincia e seconda provincia della regione per popolazione, dopo Bologna.
Antica capitale del ducato di Parma e Piacenza (XVI – XIX sec.) è sede universitaria dall’XI sec. Oltre ad essere una città ricca di cultura e di arte, legata ad una storia plurisecolare, la città di Parma ogni anno diventa il centro dell’arte e dell’antiquariato in Italia. Ciò grazie al “Mercante in fiera”, mostra internazionale di modernariato, antichità e collezionismo che coinvolge appassionati ed esperti di arte ed antiquariato di tutta l’Italia.
Per scoprire, oltre all’antiquariato a Parma e Bologna, tutti i nostri articoli dedicati al mondo dell’antiquariato, ti invitiamo a consultare gli articoli nel nostro blog.

Origine del nome

Secondo alcuni studiosi il nome della città di Parma avrebbe origine dallo scudo rotondo utilizzato dall’esercito Romano. Secondo altri invece, il nome deriverebbe dai gentilizi etruschi Parmnie. Le due tesi, all’apparenza molto diverse tra loro, hanno in comune la voce latina parma/parmae, ritenendo che fosse un prestito dalla lingua etrusco e che il popolo utilizzasse già lo scudo metallico di forma circolare.
Un’ulteriore ipotesi, infine, afferma che il nome derivi dall’omonimo torrente che l’attraversa.

Parma: una città tra storia e antiquariato

Prime tracce di cività

Le prime tracce della presenza dell’uomo nella città di Parma risalgono al 5000 a.C.
Secondo una menzione di Tito Livio Parma sarebbe stata fondata dagli Etruschi tra il VII e il VI sec a.C. Successivamente la città è stata occupata dai celti Boi. Nel 183 a.C. Parma è diventata una colonia romana, con la conseguente assegnazione alle famiglie di lotti di terra in prossimità della via Emilia. Con la crisi dell’Impero Romano, Parma ha perso il vigore e la stabilità economica fino a giungere ad un crollo economico che portò, nel 377 a.C. all’insediamento dei Taifali.

L’arrivo dei Longobardi e la lotta tra guelfi e gibellini

È con l’arrivo dei Longobardi, nel 593, che Parma divenne un centro militare e amministrativo. I Franchi succedettero ai Longobardi e Carlomanno, nell’879, affidò il potere temporale sulla città di Parma al vescovo Guibodo.

Nella lotta tra guelfi e ghibellini, Parma si è schierata inizialmente con i ghibellini e successivamente ai guelfi, successivamente alla battaglia di Borghetto del Taro.
Nel 1545 il Papa Paolo III fondò il Ducato di Parma, affidandolo al figlio Pier Luigi Farnese. Il governo ducale si è mantenuto fino al 1731, facendo della città di Parma una piccola capitale Italiana, soprattutto grazie alla presenza di opere di artisti immensi quali Correggio e il Parmigianino.

Dal 1700 ai giorni nostri


Ai Farnese succedettero i Borboni con Carlo I, figlio di Filippo V di Spagna. Nel 1734, con il riconoscimento di Re di Napoli a Carlo I, quest’ultimo è stato obbligato a cedere il Ducato di Parma a Carlo VI d’Asburgo.
Nel 1802 Napoleone annetteva il ducato alla Francia, trasformandolo in dipartimento, perdendo quindi il titolo di Ducato. Ducato che invece verrà ristabilito soltanto nel 1814, in seguito all’abdicazione di Napoleone Bonaparte e al successivo Congresso di Vienna.
Nel 1847 i Borbone-Parma tornano a governare il Ducato, prima con Carlo II, successivamente con Carlo III e Roberto I. La famiglia Borbone-Parma prospera tuttora e, dal 1964, i nipoti di Roberto I sono Granduchi del Lussemburgo.
Nel 1922 la città di Parma ha combattuto le milizie fasciste, innalzando barricate in diversi quartieri della città.

Il 23 Aprile del 1945 è iniziata la ritirata delle truppe nazi-fasciste da Parma. Tre giorni dopo il 26 Aprile, partigiani e truppe alleate hanno fatto il loro ingresso in città.
Per il loro impegno durante la seconda Guerra Mondiale, la città di Parma è decorata al Valor Militare per la Guerra di Liberazione e insignita della Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Monumenti e luoghi d’interesse a Parma

Abbazia di San Giovanni Evangelista - compro e vendo antiquariato a Parma
Abbazia di San Giovanni Evangelista – Parma

L’Abbazia di San Giovanni Evangelista di Parma è stata costruita nel 980 d.C. ed è la terza in Italia per estensione ed importanza. Nel grande complesso possiamo ammirare la chiesa con la facciata in marmo tardo manierismo di Simone Moschino, ricca di affreschi rinascimentali. Tra questi vi sono la famosissima cupola dipinta dal Correggio e l’Antica Spezieria, formata da quattro sale e contenenti tutt’oggi gli arredi dell’epoca.

Compro e vendo arredo antico Parma - Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano
Palazzo della Pilotta – Parma

Eretto nei secoli in cui Parma è stata capitale del Ducato, il Palazzo della Pilotta ospitava i duchi Farnese e tutti i servizi della Corte e dello Stato dal 1580.Per accedervi occorre percorrere una grande scala a forbice. Oggi è la sede della Galleria Nazionale di Parma, del Teatro Farnese, del Museo Archeologico nazionale di Parma, della Biblioteca Palatina e del Museo Bodoniano.

Antiquariato a Parma : acquisto e vendita antiquariato

La città di Parma offre una varietà di stili artistici non indifferenti, dovuti soprattutto alla sua storia risalente al Ducato di Parma. Pertanto non è difficile trovare nelle case degli abitanti arredo antico e opere d’arte risalenti alla storia e l’antiquariato di Parma.

Ricorda di rivolgerti sempre a dei negozi di antiquariato se vuoi acquistare degli articoli autentici o vendere il tuo arredo d’antiquariato risalente alla storia di Parma. In questo modo gli articoli saranno tra le mani di chi ama l’arte e ne preserverà il valore.

Cosa fare in questi casi? Affidati a degli esperti

Molti optano per la vendita online o vendono tramite i mercatini dell’usato e le case d’asta senza avere un’idea concreta del valore dei propri articoli. Spesso le stime dei mercatini dell’usato non tengono conto del valore reale degli oggetti antichi. 
I mercatini dell’usato e le case d’asta operano, tra l’altro, solo in conto vendita e quindi non acquistano e pagano subito gli arredi di antiquariato in contanti così come fanno gli antiquari. 

Visita il nostro negozio ebay - Compro e vendo antiquariato in tutta Italia
Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano – Galleria espositiva di oltre 1000 metri quadri



Noi ti consigliamo di rivolgerti agli esperti di Antiquariato Europeo di Gianluca Scribano per ottenere una valutazione professionale del tuo arredo e per avere un pagamento immediato in contanti. Disponiamo di una galleria di oltre 1000 metri quadri (visitabile su appuntamento), all’interno della quale potrai trovare articoli d’antiquariato di Parma e non solo.

Visita la nostra pagina Facebook per restare sempre aggiornato sui nuovi arrivi.

Non esitare a contattarci per una valutazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO

Antiquariato Europeo nasce nel 1964, quando Umberto Scribano prese la decisione di lasciare il corpo di polizia, dove servì per ventitré anni, per dedicarsi alla sua più grande passione, l’antiquariato. Viene quindi inaugurata la grande galleria espositiva di mille metri quadrati, in via Gregorio VII 272, nel cuore di Roma, a pochi passi da Città del Vaticano.

SOCIAL
CONTATTACI

Via Gregorio VII 272
(Scendere la rampa)
00165
Roma (RM)
Italia

Nuova sede aziendale
Viale Bruno Buozzi, 47
00197 - Roma (RM)
Ufficio aziendale
Solo su appuntamento

Codice Fiscale SCRGLC71T18H501C
Partita Iva 13314331003
REA 144630

Privacy Policy

Cookie Policy

Pin It on Pinterest

Torna su