Leonardo De Mango, pittura tra oriente e occidente

Attivo tra la seconda metà del XIX e i primi anni del XX secolo, Leonardo De Mango rappresenta un personaggio peculiare nel panorama pittorico del periodo.
Egli infatti trascorse la maggior parte della sua vita fuori dall’Italia, esercitando la sua professione di pittore in Medio Oriente, prevalentemente in Turchia.
Fin da piccolo mostra un talento innato per la pittura ed una sensibilità tale da essere indirizzato verso gli studi artistici, che perfeziona all’Accademia delle Belle Arti di Napoli.

I suoi mentori, nonché principali fonti di ispirazione per i suoi dipinti, sono il paesaggista Filippo Pallizzi e Domenico Morelli, specializzato in pitture di stile romantico ed orientalizzante.

Dall’Italia a Istanbul

Durante il periodo della sua formazione De Mango entra in contatto con molti artisti dell’epoca e apprende diverse tecniche di rappresentazione pittorica che farà sue e porterà in Oriente, dove si trasferirà in pianta stabile dal 1883.

Costantinopoli, l’odierna Istanbul, è il fulcro della sua vita e la fonte di ispirazione di tutte le sue produzioni.

veduta marina - leonardo de mango

De Mango dipinge i variegati paesaggi attorno alla città, le vedute sul Bosforo, le scene ambientate sul Mar di Marmara, ma anche vividi affreschi dei quartieri cittadini pullulanti di vita.

ponte di galata - leonardo de mango

A Costantinopoli contribuisce ad organizzare numerose esposizioni pittoriche a Beyoglu, distretto della città affacciato sul Bosforo.

La prima di queste manifestazioni, chiamata Pera Exhibition in the Passage Orientals, lo vede protagonista assoluto con ben 27 opere esposte. Personalità schiva e sensibile, De Mango è un artista instancabile, molto prolifico tanto che si stima abbia prodotto oltre 1000 pezzi tra dipinti e disegni.

I quadri di Leonardo De Mango, pur rappresentando scene genuine e spontanee, sono avvolte da un alone onirico e idilliaco che lo fa apprezzare moltissimo all’estero, forse più che in Italia.

La consulenza di Antiquariato Europeo

Nel mercato antiquario alcune sue opere sono state valutate anche oltre i 5000 € perciò è indispensabile più che mai avere il supporto di esperti del settore durante una possibile compravendita di uno dei suoi pezzi. Con la competenza di Antiquariato Europeo sarà facile ottenere velocemente una valutazione anche via whatsapp.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO

Antiquariato Europeo nasce nel 1964, quando Umberto Scribano prese la decisione di lasciare il corpo di polizia, dove servì per ventitré anni, per dedicarsi alla sua più grande passione, l’antiquariato. Viene quindi inaugurata la grande galleria espositiva di mille metri quadrati, in via Gregorio VII 272, nel cuore di Roma, a pochi passi da Città del Vaticano.

SOCIAL
CONTATTACI

Via Gregorio VII 272
(Scendere la rampa)
00165
Roma (RM)
Italia

Nuova sede aziendale
Viale Bruno Buozzi, 47
00197 - Roma (RM)
Ufficio aziendale
Solo su appuntamento

Codice Fiscale SCRGLC71T18H501C
Partita Iva 13314331003
REA 144630

Privacy Policy

Cookie Policy

Pin It on Pinterest

Torna su