fbpx

I mobili stile Luigi XV

Il regno di Luigi XV (1723 – 1774 ) fu contraddistinto dal trionfo del Rococò , lo stile più fantasioso e raffinato che la Francia abbia mai avuto.  Fu un periodo molto florido grazie anche all’estro, alla fantasia e raffinatezza dei grandi ebanisti.

A partire dal 1760, però, iniziarono i primi cambiamenti, che portarono gradualmente all’affermazione dello stile Luigi XVI.
Grazie ad una nuova concezione degli appartamenti aristocratici , suddivisi in stanze raccolte e destinate a usi specifici  , si ha una diversificazione dell’arredo.

Mobili Stile Luigi XV , Cassettone Luigi XV
Cassettone Luigi XV

Nascono così svariate tipologie di mobili: da gioco , conversazione,  musica , scrittura, toelette e tanti altri per ogni occasione di vita privata o sociale.
Lo stile Luigi XV è fortemente ispirato al barocco italiano ed alle arti dell’estremo oriente , caratterizzato dall’asimmetria dei fregi e dei bronzi, dalla presenza di curve e controcurve , bombature e decorazioni a conchiglia ” Roncaille” e floreali.

Il carattere asimmetrico  e fantasioso dei mobili stile luigi XV arriva a sfociare anche nell’esotismo delle cineserie,
imprimendone uno stile anticlassico.Bronzi cesellati e dorati a mercurio presentano svariate forme , dalle classiche conchiglie , fogliami a quelle più fantasiose, come creature marine o alate “cartouches” .
Gli intagli realizzati con essenze pregiate presentano motivi floreali , geometrici e ramages asimmetrici.

MATERIALI

I legni usati per la costruzione dei mobili stile Luigi XV sono estremamente raffinati .
Per la struttura si prediligono il rovere (soprattutto in Francia ed in Nord Europa) o legni più economici, come il pioppo o l’abete ( Italia) , per le marqueteries e placcature e lastronature troveremo legni più esotici , mogano , palissandro , bois de rose , l’amaranto e il legno satinato.

Talvolta per l’abbellimento di alcuni mobili , specialmente quelli femminili, si inseriscono placche in porcellana Sevres .
Per le sedie venivano impiegati legni nazionali come il noce , il tiglio la quercia e il faggio.
Presenti anche mobili laccati con tinte brillanti e imitazioni di laccature orientali.

Grande successo riscuote la laccatura Vernis Martin , ottenuta grazie ad una laccatura con vernice vegetale.

Mobili Stile Luigi XV , Consolle con Specchiera Luigi XV
Consolle con Specchiera Luigi XV

TAVOLI

A causa della frammentazione degli appartamenti e delle stanze adibite ad usi differenti, nascono diverse forme di tavoli di dimensioni più piccole.
I tavoli Luigi XV sono caratterizzati da gambe curve e slanciate , con lastronature di legni esotici , marquetteries floreali  , bronzi dorati e cesellati.

Si sviluppano e diffondono i bureau-plat , tavoli scrivanie con 3 cassetti nella fascia e tavolinetti adibiti ad usi vari: cucito , gioco , toilette e molti altri.

CASSETTONI

I cassettoni o commode nello stile Luigi XV sono i mobili più lussosi , caratterizzati da fronte e fianchi bombati , mantengono la gamba curva a “S” .

Grazie alla scomparsa dei traversi anteriori dei cassetti ed all’impiego di bronzi dorati e cesellati , applicati in maniera asimmetrica, si riescono a mimetizzare totalmente i cassetti e le maniglie.

L’intarsio è a motivi floreali, ma sono diffuse anche le commode laccate con motivi orientali.

SEDIE

Le sedute nello stile Luigi XV si distinguono per la loro struttura sinuosa , le dimensioni ridotte e le proporzioni armoniche.
Il bracciolo arretra mentre lo schienale si allarga e abbassa, per lasciare spazio alle grandi parrucche.

Le poltrone à là reine hanno uno schienale piatto e sagomato , mentre quelle en cabriolet hanno uno schienale concavo e avvolgente , mantenendo sempre la classica gamba a “S”.

Le bergère , con braccioli imbottiti uniti allo schienale , la marquise con seduta bassa e larga e la duchesse , una chaise-longue da conversazione, sono da annoverare tra i modelli più diffusi.

La produzione di mobili Luigi XV cessò gradualmente con l’avvicendarsi al trono dei due re, Luigi XV e Luigi XVI, avvicendamento che diede vita per alcuni anni ad uno stile “transitorio” caratterizzato dalla riduzione graduale delle curve nei fianchi dei mobili fino a giungere alla maturità dello stile Luigi XVI caratterizzata da fianchi dritti.

Mobili Stile Luigi XV , Transazione Luigi XV - Luigi XVI
Transazione Luigi XV – Luigi XVI

Lo stile Luigi XV ritorno’ in auge durante l’epoca Napoleone III , nella seconda metà del XIX secolo , in cui si diede vita ad una cospicua produzione di tutti gli stili che avevano caratterizzato il XVIII secolo.
I mobili in stile Luigi XV ma realizzati nel XIX secolo non sono sempre facili da distinguere dagli originali .

Se anche tu possiedi dei mobili in stile Luigi XV e vuoi venderli o solo avere una valutazione contattaci

Articolo a cura di Marco Viroletti

Mobili stile Luigi XVI

La valutazione dei mobili antichi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CHI SIAMO

Antiquariato Europeo nasce nel 1964, quando Umberto Scribano prese la decisione di lasciare il corpo di polizia, dove servì per ventitré anni, per dedicarsi alla sua più grande passione, l’antiquariato. Viene quindi inaugurata la grande galleria espositiva di mille metri quadrati, in via Gregorio VII 272, nel cuore di Roma, a pochi passi da Città del Vaticano.

SOCIAL
CONTATTACI

Via Gregorio VII 272
(Scendere la rampa)
00165
Roma (RM)
Italia

Nuova sede aziendale
Viale Bruno Buozzi, 47
00197 - Roma (RM)
Ufficio aziendale
Solo su appuntamento

Codice Fiscale SCRGLC71T18H501C
Partita Iva 13314331003
REA 144630

Privacy Policy

Cookie Policy

Pin It on Pinterest

Torna su